Lo shutdown mette a rischio la presenza di Trump a Davos

Il presidente continua a combattere una lotta intestina per la costruzione del muro al confine con il Messico. Ma il tempo passa e l'accordo continua a essere lontano

Redazione Web
trump

Lo shutdown del governo Usa  impedisce di votare il provvedimento per finanziare l'attività del governo federale, inclusa la presenza di Donald Trump al World Economic Forum di Davos, in programma dal 22 al 25 gennaio. Per questo la Casa Bianca, riferisce il  Washington Post, sta valutando la cancellazione del viaggio del presidente. Trump è impegnato nel braccio di ferro con i democratici sui finanziamenti destinati al muro che il presidente vuole al confine con il Messico. Oltre a Trump, la delegazione americana in Svizzera ad oggi comprende Steven Mnuchin, segretario al Tesoro, Mike Pompeo, segretario di Stato, Wilbur Ross, segretario al Commercio, Alex Acosta, segretario al Lavoro, Elaine Chao, segretario ai Trasporti, Kirstjen Nielsen, segretario alla Sicurezza interna, Linda McMahon, segretario alle Piccole e medie imprese, e Robert Lighthizer, rappresentante per il Commercio. Il presidente, se partisse, sarebbe accompagnato anche da alcuni consiglieri, compresa la figlia Ivanka e il genero Jared Kushner.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag