In Usa fanno gola le televisioni locali

Redazione Web
In Usa fanno gola le televisioni locali

L'azienda americana di telecomunicazioni Nexstar Media Group ha accettato di acquistare l'emittente Tribune Media lunedì per poco più di 4 miliardi di dollari - ed entrambe le aziende si sono sintonizzate per vedere i loro prezzi delle azioni in aumento.

Che cosa significa questo? Nexstar è la seconda compagnia televisiva locale più grande degli Stati Uniti - ma le 42 stazioni della Tribune la spingerebbe saldamente nel posto numero uno, con una stabilità combinata di circa 200 Ws e Ks (tweet questo). L'azienda combinata raggiungerebbe circa il 39% delle Tv domestiche americane, con le stazioni di Tribune che aiuterebbero Nexstar ad espandersi geograficamente e ad affermarsi nei principali mercati come New York e Los Angeles. Il principale rivale di Nexstar, Sinclair Broadcast Group, ha cercato di impossessarsi di Tribune all'inizio di quest'anno ma l'accordo è crollato dopo che Sinclair non è riuscito a mettere insieme i regolatori. Anche l'accordo Nexstar-Tribune è soggetto all'approvazione delle autorità di regolamentazione, ma Nexstar si aspetta che passi attraverso di essa. Le azioni di Tribune sono aumentate in Borsa, e quelle di Nexstar del 5%. I matrimoni televisivi non sono andati così bene ultimamente: insieme alla delusione di Sinclair-Tribune, anche una proposta di fusione tra le emittenti americane CBS e Viacom è fallita. Ma ci sono altri accordi in programma: Sinclair sta cercando di fare un'offerta per le reti sportive regionali della 21st Century Fox, che il gigante dei media sta vendendo come parte della sua fusione con la Disney.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag