L’export cinese negli Usa
si fa un baffo dei dazi e cresce

Redazione Web
L’export cinese negli Usa si fa un baffo dei dazi e cresce

Nonostante il fatto che il mese scorso le tariffe commerciali abbiano davvero iniziato ad entrare in gioco, la Cina ha sorpreso molti annunciando che le su esportazioni verso gli Stati Uniti in ottobre sono aumentate del 16% rispetto all'anno precedente. Com’è possibile? Forse dipende dal fatto che la promessa degli Stati Uniti di introdurre ulteriori tariffe all'inizio del 2019 ha indotto gli importatori ad agire di anticipo incrementando i magazzini per evitare di pagare i nuovi dazi su più merce. Alcuni investitori sono preoccupati per le ripercussioni che la guerra commerciale in corso potrebbe avere per il paese su cui il mondo dipende in larga misura per la crescita economica globale. Inoltre, per gli acquirenti negli Stati Uniti, tuttavia, questo significa che, anche con le tariffe, la roba cinese non è così costosa come temuto. Eppure, la prospettiva di ulteriori tariffe e di stoccaggio delle importazioni cinesi invendute negli Stati Uniti è ancora preoccupante per gli investitori. La crescita economica cinese ha già iniziato a rallentare, con conseguenze sui mercati globali. Se il rallentamento continua, ciò potrebbe portare a una riduzione delle vendite e della crescita degli utili per le imprese in tutto il mondo - e a una minore crescita economica nei paesi che chiamano casa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag