GESTIRE L'IMPRESA

Il paradosso del jobs-act
tra teoria e pratica

Altro che “abolizione dell’art.18”: una sentenza della Consulta rende il risarcimento ancora più oneroso per il datore di lavoro rispetto alla normativa precedente

Angelo Curiosi
Il paradosso del jobs-acttra teoria e pratica

Marco Marazza, giuslavorista di chiara fama nonché preside della facoltà di Economia dell’Universitas Mercatorum (gruppo Pegaso)

Una legge fatta male, e riformata forse peggio, finita oggi in un incaglio paradossale, tra giurisprudenza, prassi giudiziaria e vita economica del Paese: è il jobs-act nell’analisi, acuta, che ne fa il preside della facoltà di Economia dell’Universitas Mercatorum (gruppo Pegaso), nonché giuslavorista di chiara fama, Marco Marazza. «Dopo la sentenza della Consulta di fine settembre», spiega, «si è avuta la conseguenza paradossale che il regime applicabile a chi è stato assunto dopo il Jobs Act del 2015, è più garantista...

Economy Mag

Continua a leggere i tuoi articoli con

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag