Digital Media

Uala.it fa shopping all’estero

La startup, leader in Italia per la prenotazione online di trattamenti di bellezza e benessere ha rilevato il pacchetto di maggioranza di Bucmi, azienda spagnola che permette il booking su oltre 3.700 hair stilisti tra Spagna e Portogallo

Ci sono start-up italiane che riescono a espandere il proprio business anche oltre i confini del nostro paese. È il caso di Uala, sito e applicazione leader in Italia per la prenotazione online di trattamenti di bellezza e benessere, che ha annunciato l’acquisizione del pacchetto di maggioranza di Bucmi, azienda spagnola che opera in Spagna e Portogallo. Il volume d’affari combinato delle due realtà ha superato gli 8 milioni di euro lo scorso anno.

Alessandro Bruzzi, cofondatore e CEO di Uala, ha spiegato quali siano stati gli intenti che si è prefisso: “Il mercato dell’hair styling e dei saloni di bellezza in Spagna e Portogallo vale 3,6 miliardi di euro. Con oltre 3.700 saloni già presenti sul sito, Bucmi è riuscito a posizionarsi come un marchio molto popolare in Spagna, grazie ai suoi investimenti strategici nel marketing. Adesso abbiamo intenzione di lavorare allo sviluppo di una piattaforma comune per i tre mercati”. Le difficoltà per Uala non sono state di poco conto: in Italia la diffusione del mobile internet è meno capillare che in altri paesi e la mappatura di tutti i parrucchieri e saloni di bellezza ha richiesto uno sforzo notevole.

Per questo, per finanziare la propria crescita, la startup ha ricevuto tra gli altri finanziamenti anche 5 milioni di euro nel 2015 da immobiliare.it, la più grande piattaforma in Italia per vendita e affitto di case e immobili commerciali. Oggi Uala mappa oltre 2.300 saloni e centri benessere e si è ormai imposta come principale strumento mobile per prenotare appuntamenti presso parrucchieri e saloni di bellezza.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top