Dis, 50 milioni di combinazioni possibili

Redazione Web
DIS-Editorial19

La startup marchigiana punta tutto sulla personalizzazione

Per un paio di scarpe tradizionali, invece, si parte da 319 euro. Per la tipologia di materiale bisogna calcolare un’aggiunta massima di 40 euro, mentre l’incisione con le proprie iniziali costa 25 euro. «Vogliamo essere il player riconosciuto in termini di personalizzazione estrema senza però perdere di vista la qualità del prodotto artigianale Made in Italy. Abbiamo cercato di organizzare in maniera tecnologica quello che era il saper fare, il lavoro artigianale delle nostre zone che senza lo strumento internet sarebbe rimasto chiuso nel cassetto» spiega Francesco Carpineti. Un’innovazione già annunciata per il prossimo anno è uno scanner 3D del piede che consente di ricostruire tridimensionalmente la forma del piede del cliente attraverso un algoritmo, in modo da suggerire la misura della scarpa con un’accuratezza del 99%. I dati economici sono interessanti: circa 300mila euro di fatturato ma la possibilità di essere distribuito in 300 punti vendita a partire dalla fine del 2018.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag