La Fed: è Amazon che tiene fermi i prezzi al dettagio

Redazione Web
Jerome Powell, presidente della Federal Reserve statunitense

Il nuovo presidente della Federal Reserve statunitense Jerome Powell ha pronunciato il suo primo discorso qualche giorno fa, affermando che si aspetta un graduale aumento dei tassi di interesse nel corso del 2018.

Ha anche spiegato perché l'inflazione non è aumentata: in una parola, Amazon. Secodo Powell, il graduale aumento dei tassi di interesse è la migliore linea d'azione che segue un rapporto sull'occupazione statunitense del venerdì che ha mostrato come la crescita dei salari (una misura dell'inflazione) non sia aumentata in modo significativo in marzo – ed anzi che è rimasta più o meno allo stesso livello degli ultimi mesi.

Il capo della Fed ha poi suggerito che la crescita del commercio elettronico potrebbe essere responsabile di mettere un freno all'inflazione dei prezzi. In un mondo in cui i consumatori fanno sempre più acquisti online per le migliori offerte, i dettaglianti sono più esitanti ad aumentare i prezzi in caso di perdita di clienti (in effetti, molti li stanno tagliando). E' difficile da dimostrare, però, perché nessuno può dire cosa sarebbe potuto accadere se il commercio elettronico fosse rimasto solo un scintillio agli occhi di Jeff Bezos.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag