Business

Netflix s’impenna in Borsa, è vera gloria o no?

Netflix ha avuto un bel Q4, con un record di abbonati in più. La cosa è piaciuta agli investitori, molto più di quanto Wall Street previsto e il presso è salito di quasi il 10% dopo la notizia.

Cosa significa?

Nel 2017 Netflix ha aumentato il proprio fatturato in streaming del 36%, con un totale di 24 milioni di nuove iscrizioni rispetto ai 19 milioni del 2016. L’ azienda riconferma la forza della sua programmazione originale e il continuo passaggio alla visualizzazione online per la sua crescita in accelerazione.

La crescita è così importante perché Netflix sta spendendo una somma enorme per creare nuova programmazione (ha speso 2 miliardi di dollari in più rispetto all’ anno scorso, in gran parte proprio a causa dei costi di programmazione). L’ idea è che il fatturato di Netflix continuerà ad aumentare man mano che la crescita degli abbonati continuerà a crescere rapidamente e che la sua spesa per la nuova programmazione originale alla fine diminuirà (relativamente parlando) – trasformando Netflix in una mucca da contanti. Ma… c’è un ma!

L’ acquisizione pianificata di Fox da parte di Disney potrebbe rendere la vita più difficile per Netflix. Nei prossimi anni la capacità di Netflix di generare crescita per gli utenti e produrre contenuti fantastici sarà insidiata da Topolino. Disney dal 2019 lascerà Netflix e “si metterà in proprio” creando il suo servizio di streaming. Come ormai stanno facendo tutti i produttori di contenuti, con piattaforme tutte efficienti e belle come la pioniera Netflix. La 21st Century Fox darà Disney un sacco di altri contenuti da mettere sulla sua nuova piattaforma e Disney intende competere con Netflix per i maggiori produttori di Hollywood e altri talenti, facendo aumentare i costi di produzione di nuovi spettacoli e minacciando i profitti di Netflix.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

To Top