Economia

JTI Italia vince l’annuale classifica per i migliori luoghi di lavoro

La sede italiana della multinazionale del tabacco conferma la sua presenza nella “Top Employer Italia” per il settimo anno consecutivo. Ma nel 2017 ha sbaragliato la concorrenza classificandosi al primo post

Vincere è difficile, ripetersi lo è ancora di più. Dev’essere questo il motto che si ripetono nella sede italiana di JTI, la multinazionale del tabacco che, per il settimo anno consecutivo, ha ottenuto la certificazione “Top Employer Italia”. L’attestazione, conferita dal Top EmployerInstitute, quest’anno diventa ancora più importante perché colloca l’azienda al primo posto tra le dieci eccellenze certificate dall’ente.

In JTI devono essere ormai abituati ai riconoscimenti: anche nel 2017, infatti, hanno ricevuto il “Top Employer Europe”, che certifica le eccellenti condizioni di lavoro nelle 31 sedi dislocate in 28 paesi del continente. Nel 2016, il gruppo aveva ricevuto riconoscimenti anche in Medio Oriente e Asia-Pacifico, a riprova di una filosofia che ha consentito di entrare nel ristrettissimo novero delle compagnie certificate come “Global Top Employer”.

PierCarlo Alessiani, che di JTOI Italia è presidente e amministratore delegato, non riesce a nascondere la soddisfazione: “Investire sulle persone è alla base del nostro successo. Siamo orgogliosi che le strategie che da anni mettiamo in atto per promuovere il talento e per creare un ambiente stimolante in cui trovare eccellenti condizioni di lavoro siano state ancora una volta ufficialmente riconosciute dal prestigioso Top EmployerInstitute, in Italia e a livello europeo.

Viviana Greco, la manager che può sentirsi maggiormente chiamata in causa, essendo direttore delle risorse umane, ha invece dichiarato che “la certificazione Top Employers è un privilegio per noi, considerando gli alti standard richiesti per ottenerla. Inoltre, grazie anche al confronto con il mondo Top Employer ogni anno lanciamo o intensifichiamo alcune iniziative: ad esempio, coinvolgiamo i dipendenti nelle attività di corporate social responsibility nel loro orario lavorativo; le nostre persone sono parte attiva nella definizione dei piani d’azione che ritengono prioritari per il miglioramento del nostro ambiente di lavoro; nel 2016 abbiamo offerto più di 8.000 ore di formazione volta al rafforzamento delle competenze tecniche e degli aspetti manageriali.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

To Top