Economia

BTS, energia pulita che arriva fino in Giappone

L’azienda di Brunico, specializzata in biogas, realizzerà due impianti in Giappone di cui uno nell’area distrutta dal terremoto/tsunami del 2011. E gli americani puntano forte sull’ azienda altoatesina.

Un investimento da oltre 100 milioni di capitale messo a punto da Virtual Equity Partners consente all’azienda altoatesina BTS, specializzata in biogas, di sviluppare il R&D del marchio nei mercati europei e internazionali. La BTS è un’autentica eccellenza italiana, ammirata e studiata in tutto il mondo. La sua sede operativa si trova a Brunico, in provincia di Bolzano. Negli ultimi dieci anni ha installato oltre 200 impianti in Italia e ora, anche grazie agli investimenti americani, può permettersi di lanciare la sua candidatura ad azienda di riferimento del settore anche nel resto del mondo.

A dicembre 2016 è stato reso noto che la BTS realizzerà due impianti in Giappone. Il primo, a Fukuoka, avrà una potenza installata di 370 kW. Il secondo, a Rikuzentakata, erogherà circa 1 MW. Ma la cosa più importante è che questo secondo impianto consentirà all’azienda altoatesina di proporre, per le aree contaminate dal disastro di Fukushima Daiichi del 2011, “una soluzione agro-energetica che potrebbe portare grandi vantaggi in termini di decontaminazione e sostegno delle popolazioni colpite”.

Il progetto è talmente piaciuto in Giappone che è stato finanziato da un fondo dell’imperatore in persona, che ha sottolineato come si tratti del “primo di una serie”. Alla BTS non nascondono soddisfazione per le soluzioni messe a punto. “Il biogas – fanno sapere da Brunico – si conferma sempre più spesso come la soluzione più efficiente da un punto di vista economico ed ambientale per rispondere ad esigenze energetiche, ecologiche e strutturali anche in aree colpite da disastri come lo tsunami”. L’azienda si sta sviluppando in diversi Paesi europei progettando e realizzando impianti nel Regno Unito, in Francia, in Repubblica Ceca, Polonia e Svizzera. E ora, la nuova frontiera è l’Asia: oltre al Giappone, infatti, la BTS ha progettato impianti anche per la Thailandia.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

To Top