Business

Best Practices Salerno, attesa per la proclamazione

Conosciamo più da vicino le aziende selezionate dalla Confindustria di Salerno per il premio Best Practices

C’è un’azienda di Milano, Smile Lite, fondata da padovani, che ha inventato un modo per sigillare, e risigillare, e ancora ancora ancora le confezioni dei generi alimentari deperibili; e ce n’è una del Cilento, provincia di Salerno, Convergenze spa, che ha brevettato una colonnina per la ricarica delle auto elettriche che è “smart”, cioè contiene un potente hotspot wi-fi e permette a qualunque automobilista green di ricaricare la propria auto senza aver predisposto alcun abbonamento,ma semplicemente utilizzando il suo smartphone. E c’è Credimi, di cui Economy si è già lungamente occupato, una bella azienda finanziaria che sta contribuendo a rivoluzionare il settore del factoring utilizzando una forma avanzata di sharing economy.

Ma l’elenco delle “magnifiche ottantadue” di questa undicesima edizione di “Best Practices per l’innovazione”, in corso oggi e domani a Salerno, non dovrebbe escluderne nessuna, almeno non fino a domani, quando le giurie individueranno le aziende vincenti e le annunceranno. Queste sono le ore della “passerella”, un quarto d’ora di celebrità strameritata da tutti, perché già essere presenti qui ha significato aver superato una selezione nazionale attraverso dodici tappe territoriali in tutta Italia, una specie ci corsa a tappe lungo lavia dell’innovazione, che mette giustamente sullo stesso piano – il piano delle idee – sia aziende consolidate ma ancora capaci di creare, sia esordienti assoluti e start.-up.

Infaticabile organizzatore, anche quest’anno, Edoardo Gisolfi,  presidente del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno; ma il bello di questo premio – ormai un punto di riferimento di prima grandezza nel panorama nazionale del dibattito sull’innovazione – è che è rigorosissimo ed è una delle rare occasioni in cui un’iniziativa “dal Sud”, conquista e attrae talenti da tutto il Paese. Ed è questa la ragione per cui Economy, fedela al motto “modelli, opportunità, soluzioni”, che campeggia sotto la testata, è stata bel lieta di esserne media-partner.

Sono 82 i progetti in gara, di cui 35 aziende e 47 startup provenienti da 11 regioni italiane, con oltre 50 tra sostenitori e partner dell’ecosistema. La sede, meravigliosa: anche quest’anno, la Stazione Marittima di Salerno. In apertura, questa mattina, l’incontro dibattito dal titolo “Hack for Innovation Opening”, con l’apertura di Gisolfi e gli interventi di Cesare Pianese, Delegato al Trasferimento Tecnologico Università degli Studi di Salerno, Simone Marino, di SellaLab, Mariarita Giordano, Assessore alle Politiche Giovanili e all’Innovazione del Comune di Salerno e Pasquale Sessa, Presidente Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Salerno. Si è parlato di opportunità per giovani e dell’”Hackathon”, una competizione ad alto contenuto formativo e livello di creatività organizzata – contestualmente – da Sellalab, che ha coinvolto circa 50 tra studenti e dottorandi dell’Università degli Studi di Salerno.

Il ricco calendario della prima giornata ha visto anche l’inaugurazione alle ore 10 di DIT “Design Innovazione Territorio”, mostra espositiva dedicata alle sinergie tra Designers e Aziende del territorio per lo sviluppo di arredo innovativo organizzata dal Gruppo Design Tessile Sistema casa di Confindustria Salerno. Al convegno di apertura del Premio moderato dalla giornalista di Costozero Raffaella Venerando, hanno preso parte anche Vincenzo Napoli, Sindaco del Comune di Salerno, Giuseppe Canfora, Presidente della Provincia di Salerno e Giuseppe Gallo, Vice presidente della Camera di Commercio Salerno. Nel pomeriggio spazio alle presentazioni dei progetti in gara. Non sono mancate, infine, le testimonianze dei vincitori delle precedenti edizioni, diventati veri e propri “casi di successo” nel panorama imprenditoriale italiano e internazionale.

Su Economymag.it le schede delle ottantadue aziende partecipanti, con i relativi progetti. Domani, dopo la proclamazione, l’elenco delle premiate.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Most Popular

To Top